mod_eprivacy
23 - 07 - 2019

Freyr: il signore dell'abbondanza

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

freyr


Protettore della forza fecondante, è stato associato per queste caratteristiche ad analoghe figure presenti nella tradizione euro-mediterranea come il Priapos greco. Tutti e due i nomi hanno radice indo-europea *Pris <<ciò che sta davanti o che spinge>>, descrivendo così un’area semantica legata al sesso e alla fecondità.

Le fanciulle desiderose di pene fino alla perdita della loro verginità invocavano Freyr, accorrevano a frotte nei templi consacrate al <<dio della pienezza>>. Ai piedi di statue che raffiguravano il dio con un fallo enorme assistevano a frenetiche danze che mimavano l’eterno mistero della natura rigogliosa abbandonandosi ad una esaltante promiscuità. I sacerdoti dedicavano al dio pingui maiali sgozzati sugli altari.

Si narra inoltre di cavalli lasciati liberi di scorrazzare, anche se nella grande festa di Froblod (sacrificio di Freyr) venivano sacrificati insieme ad altri animali.

I sacerdoti mossi da una profonda devozione aumentavano il sangue macchiando l’altare con il sacrificio di giovani vite umane. F. nato da Njodrhr e sua sorella, era talmente bello che si diceva che i raggi del sole trovassero ospitalità nel suo volto, regolava inoltre il susseguirsi delle stagioni. Era anche dio della pace posto a difesa dei campi. Sue statue erano sepolte nei campi come rito propiziatorio.

Per spostarsi F. si serviva di un magnifico cocchio trainato da Gullinbursti, il porco selvatico dalle setole d’oro forgiate da espertissimi artigiani. Il cinghiale e il porco rappresentano la fertilità. La sua nave Skidhbladhnir non conosceva i capricci del vento, inoltre pronunciando strane formule lo scafo poteva diventare così piccolo da essere tenuto in una tasca. F. da alcuni chiamato Fricco (amante) vive una burrascosa love story con la gigantessa Gerdh, figlia di Gymir, riuscirà a coronare il suo sogno d’amore solo dopo numerosi tentativi.

Cià gli costerà la vita: nel duello con Sutr, il vero signore degli spiriti maligni, rimpiangerà infatti la spada donata a Skirnir per averlo aiutato a conquistare la gigantessa.

F. morirà con l’immagine dell’amata negli occhi.

 

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.