mod_eprivacy
25 - 04 - 2019

Hel...il regno dei morti

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

hel


Chi si è macchiato di gran colpa, i morti per malattia o per vecchiaia, andranno tutti qui, in una terra gelida e desolata: sotto i nove mondi.

Tra dirupi e voragini accuratamente nascosti dallo sguardo umano c’è la caverna che da entrata a Hel, si chiama Gnipahellir (grotta della rupe). Qui vicino c’è Garmr, un cane mostruoso con mascelle portentose, il suo petto è cosparso di sangue rappresso: nessuno può sfuggire alla morte. Lungo il cammino che da Gnipahellir porta a Hel c’è Gyoll il fiume “urlante” i cui flutti riecheggiano i lamenti dei trapassati. C’è poi un ponte d’oro massiccio dove una fanciulla (Modhgudhr) controlla che i passanti abbiano il tipico pallore cadaverico e non siano audaci curiosoni. Al di la del ponte c’è la Porta di Hel, ultimo avamposto verso le regioni dei morti, qui c’è un gallo che con le sue penne color ruggine rappresenta lo sfacelo della vita. Il gallo sveglierà i morti all’alba dei tempi per portarli a combattere contro i guerrieri del Valalla.

Nell’Hel c’è una Nastrond (spiaggia dei morti), luogo di pena destinato agli assassini, spergiuri o adulteri. Questi dovranno essere continuamente sbranati da un dragone (Nidhhoggr) e tormentati da serpenti. Per raggiungere questa spiaggia gli sventurati devono guadare a nuoto il fiume Slidhr (terribile), i suoi frangenti sono coltelli affilatissimi. Sulla spiaggia è allestito uno strano cantiere dove esseri mostruosi strappano le unghie ai cadaveri per costruire la nave Naglfar che porterà gli abitanti dell’Hel verso l’ultima battaglia. Ci sono poi le montagne Nihafioll (monti delle oscurità) dove in genere vola il drago con le sue vittime.

Un altro luogo di supplizi è Naigrindr (porta dei morti), sorvegliata notte e giorno dal gigante Hrimgrimnir (dal cappuccio di gelo), qui le Vilgemir, creature mostruose femminili danno da bere ai mal capitati urina di capra, rammentandogli così le ben più piacevoli bevande del Valhalla.

Oltre a comuni peccatori nell’Hel ci sono ospiti illustri scelti direttamente dagli dei.

Nell’isola di Lyngi, al centro del lago sotterraneo di Amsuartnit, giace incatenato il lupo Fenrir, capostipite di altri lupi famelici e nemico principale di Odino.

Si dice che qui giacesse anche Loki per l’uccisione di Balder, figlio di Odino.

Il principale personaggio del posto è comunque Hel, la regina.

Hel rappresenta il bilico tra la vita e la morte, è bruttissima, guarda sempre in basso. Abita a Eliudhnir (freddo di nevischio), un palazzo privo di comfort che assomiglia a una bara. I servi di corte sono Ganglati (ozioso) e Ganglot (sciatta). Questi due le preparano la tavola e le vettovaglie. Il suo cibo è Hungr (fame) e il coltello Sulltr (carestia). I portone del palazzo è “pericolo incombente”, il letto “giaciglio di morte” e le coltri “disgrazia eccezionale”.

 

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
forse t'interessa anche.....
cerca
Anime e manga streaming
l'angolo del folle