mod_eprivacy
26 - 08 - 2019

Iniziazione al grado di apprendista

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

 

massoneria

M. Ven.       - Fratello Esperto, consegnate al Fratello Segretario i metalli del profano.

L'Esperto esegue.

                   - Fratello Esperto, recatevi dal profano e ritirate il suo testamento.

L'Esperto esegue.

A1 ritorno. bussa ritualmente; introdotto. rimane tra le Colonne con il Testamento piegato a triangolo e infilato sulla punta della spada. rivolto verso il Maestro Venerabile; invitato da questi. porta il Testamento all'Oriente.

Il Maestro Venerabile lo legge all'Officina.

M. Ven.       - Fratelli 1° e 2° Sorveglianti, pongo in.discussione il Testamento del profano.

1° Sorv.       - Fratelli della Colonna del Meridione, il Maestro Venerabile pone in discussione il Testamento dei profano.

2° Sorv.       - Fratelli della Colonna del Settentrione, il Maestro venerabile pone in discussione il Testamento del Profano.

Terminate le eventuali discussioni:

2§ Sorv;       - Fratello 1° Sorvegliante, la mia colonna tace.

1° Sorv.       - Maestro Venerabile. le Colonne tacciono.

M: Ven.       - Fratello Oratore. vi prego di darci le vostre conclusioni.

  1. - Propongo che il Testamento sia posto ai voti per l'approvazione.

M. Ven.       - I Fratelli che approvano il Testamento alzino la mano sinistra al colpo del mio      

                       Maglietto.

Esegue: Se la votazione è favorevole:

M. Ven.       - Fratello Oratore, vi prego di darci le vostre conclusioni.

  1. - Maestro Venerabile, ,in nome della Loggia e a norma dei Regolamenti e degli Statuti                

                       che governano i1 nostro Ordine, vi chiedo di procedere all'Iniziazione del profano

M. Ven.       - Fratello Esperto, recatevi dal profano, informatelo che ci aspettiamo da lui il  

                       superamento delle prove che lo attendono per pervenire alla Luce.       Preparatelo come

                       prescrive il Rito e conducetelo alla porta del Tempio.

L’Esperto si reca dal profano e dopo averlo preparato lo conduce alla porta del Tempio e lo invita a battere diversi colpi disordinati e forti!

Copr. Int.     - Fratello 2° Sorvegliante, si batte da profano alla porta del Tempio.

2° Sorv.       - Fratello 1° Sorvegliante, si batte da profano alla porta del Tempio.

1° Sorv.       - Maestro Venerabile, si batte da profano alla porLa del Tempio.

M. Ven.       - Fratello 1° Sorvegliante, chiedete chi osa battere così.

1° Sorv.       - Fratello 2° Sorvegliante, chiedete chi osa battere così.

2° Sorv.       - Fratello Copritore Interno, chiedete chi osa battere così.

Si fa notare che quando si tratta di ricevere un profano la custodia del Tempio è affidata al 2' Sorvegliante: negli altri Lavori è affidata al 1* Sorvegliante.

I1 Copritore interno apre la porta. si informa. richiude e si reca dal 2' Sorvegliante.

Copr. Int.     - E' il Fratello Esperto che conduce un profano.

2° Sorv.       - Fratello 1° Sorvegliante, è il Fratello Esperto che chiede di introdurre un profano.

1° Sorv.       - Maestro Venerabile, è il Fratello Esperto che chiede di introdurre un profano.

M. Ven.       - Un profano si trova alla porta del Tempio ?' Potrebbe essere un nemico. Fratelli,

                       armatevi e state in guardia.

Tutti i Fratelli impugnano la spada con la mano sinistra.

M. Ven.       - Fratello Copritore Interno, chiedete al Fratello Esperto perchè vuole introdurr9&  

                       profano tra noi.

Il Copritore Interno socchiude la porta e si rivolge all'Esperto.

Copr. Int.     - Fratello Esperto, perchè volete introdurre un profano fra noi ?

  1.          - Perchè desidera ricevere la Luce, essendo un uomo libero e di buoni costumi.

IL Copritore Interno chiude la porta. e si reca dal 2' Sorvegliante e, a bassa voce. gli riferisce la risposta.

2° Sor•j.       - Fratello 1° Sorvegliante, il Fratello Esperto conduce un profano, uomo libero e di

                       buoni costumi, che chiede la Luce.

?° Sorv.       - Maestro Venerabile, il Fratello Esperto conduce un profano, uomo libero e di buoni costumi. che chiede la Luce.

M. Ven.       - Poichè è libero e di buoni costumi, domandategli nome, cognome, età, professione e  

                     domicilio.

Il Copritore Interno. senza attendere ulteriori ordini, apre la porta e rivolge al profano le richieste anzidette, si reca poi dal 2' Sorvegliante e gli trasmette a bassa voce le risposte...

2° Sorv.     - Fratello 1° Sorvegliante, il profano si chiama ... Ha ... anni, è di professione .... ed è

                     domiciliato A ...

1° Sorv.     - Maestro Venerabile, il profano si chiama ... ha ... anni, è di professione ... ed è

                     domiciliato a ...

M. Ven.     - Introducete il profano nel Tempio.

L'Esperto conduce il profano tra le Colonne e rimane al suo fianco.

I1 Copritore Interno chiude la porta. quindi punta la spada sul cuore del candidato.

M. Ven.     - Profano, che cosa sentite sul petto ?

  1. ......

L’Esperto non deve assolutamente suggerire alcuna risposta al profano;

M. Ven.     - Si tratta di una spada      La spada che è puntata in direzione del vostro cuore - sempre

                     pronta a punire gli spergiuri - è simbolo del rimorso che vi torturerà se tradirete questa

                     Istituzione della quale volete far parte, o se ne aveste chiesto l'ammissione allo scopo

                   di servirvi della Libera Muratoria per ottenere vantaggi sociali ed economici.

II Copritore Interna ritira la spada e torna al proprio posto.

M. Ven.     - Profano che cosa avete sugli occhi ?

  1. ......

M. Ven.     - La benda che copre i vostri occhi è il simbolo delle tenebre nelle quali si trova l'uomo,

                     dominato dalle passioni e immerso nell'ignoranza e nella superstizione. La Libera

                     Muratoria potrà aiutarvi a sciogliere codesta benda, ma prima dovrete dimostrarci la

                     vostra buona volontà rispondendo lealmente alle domande che vi rivolgerò.

                     Siete disposto ?

  1. ......

M. Ven.           Che cosa volete da noi ?

  1. ......

M. Ven.       - Dichiarate sui vostro onore che venite a chiedere la Luce Massonica liberamente e

                       spontaneamente, con disinteresse e spirito di sacrificio, per il vostro e per il nostro

                       perfezionamento ?

  1. - Lo dichiaro sul mio onore.

* * * * *

E' sempre preferibile iniziare un profano alla volta, ma dovendo procedere all'elezione di un altro profano. il Venerabile invita l'Esperto a condurre il primo profano nella sala dei passi perduti, affidandolo al Maestro delle Cerimonie.

IL Rito verrà svolto. da capo per il secondo profano, che, nel frattempo, si trova nel Gabinetto di Riflessione.

Quando la cerimonia di Iniziazione del secondo profano ha raggiunto questo punto, il Venerabile invita il Copritore Interno ad introdurre il primo profano accompagnato dal Maestro delle Cerimonie che fungerà da 2' Esperto.

M. Ven.      - Profano che cosa conoscete della Libera Muratoria?

  1. ......

M. Ven.     - I principi della Libera Muratoria, comuni a tutti i fratelli sparsi per il mondo e fondati

                     sulla ragione, rendono quest'Ordine inconfondibile ed universale. Tali principi sono

                     immutabili, ma sono anche così perfetti da consentire a ciascuno la piena libertà della

                     ricerca del Vero. La Tolleranza" – uno di questi princìpi - che noi consideriamo la

                      prima virtù del Libero Muratore, .permette a uomini di caratteri e condizioni diverse

                     di sedere fraternamente in questo tempio e di lavorare per gli stessi scopi col più

                     assoluto, affettuoso, reciproco rispetto

PAUSA

                   - Vi è stato detto che prima di far parte della nostra Istituzione dovete superare alcune

                     prove. Siete pronto a subirle ?

  1. ......

M. Ven.     - Profano, questa Istituzione ha le sue Leggi che impongono doveri reciproci da

                     osservare. Siccome nessuno vuole imporvi obblighi che non conoscete, la saggezza di

                     questa assemblea ha deliberato di dirvi quali saranno i vostri doveri .... se sarete

                     ammesso fra noi.

PAUSA

                   - Il primo è il silenzio più assoluto su quanto potrete udire o vedere tra noi.

PAUSA

                   - Il secondo è di praticare la virtù, di soccorrere i vostri Fratelli, di prevenire le loro

                     necessità, di alleviare 1e loro disgrazie e di assisterli con i vostri consigli e col vostro

                     affetto. Queste virtù, che nel mondo profano sono considerate qualità rare, sono tra

                    noi il compimento di un dovere gradito.

PAUSA

                   - Il terzo dovere sarà quello di conformarvi alle Leggi dell'Ordine dei Liberi Muratori e

                     ai Regolamenti di questa Loggia. Posso tuttavia assicurarvi che tali Leggi e tali  

                     Regolamenti non contengono nulla che sia contrario alle Leggi dello Stato o che possa

                     essere in contrasto con la vostra coscienza di uomo libero e giusto.

PAUSA

                 - Profano, ora che vi ho indicato i doveri principali di un Libero Muratore, persistete

                     ancora ? Avete la ferma intenzione di subire le prove alle quali vi sottoporremo ?

  1. ......

M. Ven.     - Io debbo esigere da voi un giuramento fatto sulla "Coppa delle Libagioni".

                     Acconsentite a prestarlo ?

  1. ......

M. Ven.     - Fratello Esperto, fate avvicinare il profano; e voi Maestro delle Cerimonie, portate la

                     "Coppa dei Giuramenti".

L'Esperto fa avvicinare il profano all'Oriente e lo invita a mettersi la mano destra sul cuore rimanendo in piedi.

Il Maestro delle Cerimonie avanza portando la Coppa dei Giuramenti.

PAUSA

M: Ven.       - Fratello Esperto, porgete ! a Coppa al profano e che egli beva.

Gli fa bere l'acqua dolce

M: Ven.     - Profano pronunciate con me questo giuramento: "Io mi impegno sul mio onore al

                       silenzio più assoluto su tutti i particolari relativi alle prove che sto per subire".

PAUSA

M: Ven.     - Profano, dovete conoscere tutta l'importanza di un giuramento. Se voi mancaste alla

                     parola così solennemente data .... bevete.

Gli fa bere l'acqua dalla stessa Coppa ove è stata aggiunta, nel frattempo, una sostanza che la renda amara.

M: Ven.     - che questo liquido, che da dolce è diventato amaro sia per voi il simbolo dell'amarezza

                     e dei rimorsi dai quali sarebbe invaso il vostro cuore se lo spergiuro vi avesse sfiorato

                    le labbra.

(PAUSA)

M: Ven.     - Se avete qualche ripugnanza o qualche scrupolo, siete ancora libero di ritirarvi: ma vi

                     avverto, che fra poco non lo potrete fare più. Persistete a voler subire le prove ?

  1. ......

M. Ven.     - Fratello Esperto, avendo già il profano compiuto il primo viaggio attraverso la Terra

                     nel Gabinetto di Riflessione, impadronitevi di lui e fategli compiere il secondo

                     viaggio.

* * * * *

L'Esperto gli farà fare alcuni giri. in senso antiorario, per il tempio nel quale sono stati posti piccoli ostacoli; i Fratelli produrranno forti rumori.

Al termine del viaggio. l'Esperto conduce il Candidato davanti al 2' Sorvegliante che sarà sceso dal proprio seggio, e gli fa battere con la mano sinistra. tre colpi sulla spalla destra del 2' Sorvegliante il quale punta il maglietto sul petto del profano e dice:

2° Sorv.     - Chi è là ?

  1. - Un profano che chiede di essere accolto fra i Liberi Muratori.

2° Sorv.     - Come osa sperarlo ?

  1.        - Perchè è 1ibero e di buoni costumi.

2° Sorv.     - Se è libero e di buoni costumi che passi, dopo essere stato purificato dall'ACQUA.

Il 2' Sorvegliante immerge tre volte la mano sinistra del Candidato nell'Acqua. L'Esperto gliela asciugherà e poi condurrà il candidato al centro del Tempio verso il fondo.

Se vi fosse un altro profano da iniziare, a questi si farà fare il secondo viaggio prima che l'altro profano ne cominci il terzo. Così per i successivi viaggi.

1' Sorv.       - Maestro Venerabile, il secondo viaggio è compiuto.

M. Ven.     - Profano, il viaggio simbolico che avete compiuto è il quadro della vita umana.Il

                     rumore che avete udito ricorda le passioni che l'agitano; gli ostacoli che avete

                     incontrato, le difficoltà che l'uomo incontra e che non può vincere o superare se non

                     acquistando quella forza interiore che gli permetta di lottare vittoriosamente.

                     L'ACQUA vi ha reso mondo dalle impurità.

PAUSA

M. Ven.     - Fratello esperto, fate compiere al profano il terzo viaggio.

Gli ostacoli sono ridotti e il rumore limitato al tintinnare delle spade. L'Esperto conduce, con deambulazione antioraria. il candidato dal 1' Sorvegliante che è sceso dal seggio e gli fa battere. con la mano sinistra, tre colpi sulla spalla destra del 1' Sorvegliante il quale punta il Maglietto sul petto del Candidato e dice:

1° Sorv.     - Chi è là ?

  1. - Un profano che chiede di essere accolto fra i Liberi Muratori.

1° Sorv.     - Come osa sperarlo ?

  1. - Perchè è libero e di buoni costumi.

1° Sorv.     - Se è libero e di buoni costumi che passi, dopo essere      stato purificato dall'Aria.

Il 1° Sorvegliante prenderà con le due mani il foglio di cartone che energicamente sventolerà sul corpo del Candidato. dall'alto in basso, per tre volte. L'Esperto condurrà il Candidato al centro del Tempio verso il fondo.

1° Sorv.     - Maestro Venerabile, il terzo viaggio è compiuto.

M. Ven.   - Profano, avete trovato, in questo terzo     viaggio meno difficoltà e meno ostacoli. Essi            scompaiono via via sotto il passo dell’uomo che perseveri nel cammino iniziatico. Ma    

                   soprattutto l'attenuazione dei rumori indica che a questo livello le passioni dei sensi  

                   sono pressochè scomparse dopo essere stato purificato con L'ARIA.

PAUSA

M. Ven.   - Fratello Esperto,   fate compiere al profano il quarto viaggio.

Nessun ostacolo e nessun rumore. Il Candidato è condotto, con deambulazione antioraria.

presso il `Maestro Venerabile sceso dal Trono: gli si faranno battere. con la mano sinistra. tre colpi sulla spalla destra del Maestro Venerabile il quale punta il Maglietto sul petto del Candidato e dice:

M. Ven.   - Chi è là ?

  1. - Un profano che chiede di essere accolto tra i Liberi Muratori.

M. Ven.   - Come osa sperarlo ?

  1. - Perchè è libero e di buoni costumi.

M. Ven.   - Se è libero e di buoni costumi che passi, dopo essere stato purificato dal FUOCO.

L’Esperto fa passare per tre volte la mano sinistra dei Candidato sulla fiamma poi lo riconduce al centro dei Tempio, verso il fondo.

Il Maestro Venerabile riprende il suo posto.

1° Sor.      - Maestro Venerabile, il profano ha compiuto il quarto viaggio.

M. Ven.   - Profano con il Fuoco sono terminate le vostre prove. Questo Fuoco, sacra materia ignea  

                   che è racchiusa nel vostro essere, possa ardere incessantemente per il bene di tutta  

                   l'Umanità. Esso da mondo vi ha reso puro; ora si può liberamente manifestare  

                   l'ESSENZA che vi anima.

PAUSA

M. Ven.   - Profano, è il momento di ricordare il secondo dovere del Libero Muratore ... soccorrere

                   il proprio Fratello, alleviare le sue disgrazie, assisterlo con i propri mezzi. I1 Libero

                   Muratore compie questo dovere senza ostentazione e il suo aiuto rimane avvolto dal

                   segreto. Ma in questo momento non possiamo chiedervi aiuto per un bisognoso, perchè

                   voi non potete disporre dei vostri mezzi ... Ricordate questo momento quando vi sarà

                   chiesto di donare il superfluo a chi ha bisogno. Come voi in questo momento, tutti

                   possono trovarsi senza risorse.

PAUSA

               - Non dimenticate mai il precetto universale ed eterno: possa non fare agli altri ciò che      

                non vorresti fosse fatto a te, e fa agli altri tutto il bene che vorresti che gli altri facessero      

                 a te.

PAUSA

               - Profano, io sono disposto a premiare la fermezza che avete dimostrato nel subire le    

                 prove alle quali siete stato sottoposto. Prima però, voglio che ascoltiate la formula del      

                 giuramento che dovrete prestare:

                   Fratello Oratore, vi prego di leggere il giuramento.

  1.       Legge il giuramento
  1.                        figlio di e di                           nato a                       il

liberamente e spontaneamente, con pieno e profondo convincimento dell'anima. con assoluta ed irremovibile volontà. alla presenza del GRANDE ARCHITETTO DELL'UNIVERSO

- PROMETTO E GIURO di non palesare giammai i segreti della Libera Massoneria. di non far conoscere ad alcuno ciò che mi verrà svelato;

- PROMETTO E GIURO di prestare aiuto ed assistenza a tutti i Fratelli Liberi Muratori sparsi su tutta la superficie della Terra;

- PROMETTO E GIURO di consacrare tutta la mia esistenza al bene ed al progresso della Patria. al bene ed al progresso di tutta l'Umanità.

- PROMETTO E GIURO di adempiere ed eseguire le Leggi, i Regolamenti e le disposizioni tutte dell'Ordine e di portare ossequio ed obbedienza alla Suprema Autorità ed a quanti sono i miei superiori;

- PROMETTO E GIURO di mantenermi e conservarmi sempre onesto. solerte e benemerito cittadino, ossequiente delle Leggi dello Stato, amico, membro della mia famiglia, e Mas

sone per abbattere sempre il vizio e propugnare la virtù.

- PROMETTO E GIURO di non attentare all'Onore delle famiglie dei miei Fratelli.

- FINALMENTE GIURO di non appartenere ad alcuna Società che sia in urto o in opposizione con la Libera Muratoria.

M. Ven.   - Profano, vi concedo ancora qualche minuto per riflettere. Se, udendo la formula del

                   giuramento, vi fosse sorto nell'animo qualche dul:so e non vi sentiste di prestarlo, siete

                  ancora libero di ritirarvi ...

LUNGA PAUSA

M.Ven.     - Profano, siete disposto a prestare giuramento

  1. ......

COMINCIA LA MUSICA

Il Tempio è immerso nella penombra. I Fratelli mettono il cappuccio. L'Esperto. nel frattempo avrà tolto la corda al collo del Candidato e gli avrà fatto ricomporre gli abiti. lo conduce al centro del Tempio. I Fratelli in piedi all'Ordine dispongono le spade verso il Candidato.

M. Ven.   - Fratelli in piedi all'Ordine. Impugnate le spade.

Batte un colpo di Maglietto

PAUSA

M. Ven.   - Fratello 1° Sorvegliante, provvedete a far togliere la benda che copre gli occhi del      

                   profano.

1° Sorv.   - Fratello Esperto, togliete la benda dagli occhi del profano.

L'Esperto esegue

M. Ven.   - Profano, vedete le punte delle spade rivolte verso di voi? Esse simboleggiano la difesa        

                   che avrete da tutti i Fratelli se rimarrete fedele al giuramento e, qualora voi mancaste,            

                  la loro solidarietà nel punirvi.

PAUSA

M. Ven.   - Acconsentite, dunque, a prestare il giuramento ?

  1. ......

M. Ven.   - Fratello Maestro delle Cerimonie e Fratello Esperto,        ccnducete il Candidato all'Altare:

                 e voi Fratelli ritirate le spade, tenendole sempre impugnate e rimanendo all'Ordine.

* * * * *

Il Maestro delle Cerimonie e l'Esperto conducono all'altare il Candidato: Io `anno inginocchiare sul ginocchio destro: gli pongono la mano destra aperta sulla Squadra e Compasso che sono sul Libro della Legge Sacra; gli mettono nella mano sinistra un altro Compasso chiuso, ma con le punte rivolte verso il Cuore.

M. Ven.   - Batte un colpo di Maglietto

1° Sorv.   - Batte un colpo di Maglietto

2° Sorv.   - Batte un colpo di Maglietto

M. Ven.   - Profano, ripetete con me la formula del giuramento:

(Leggendo dal foglio sul quale il Neofita sottoscriverà il giuramento, dirà:

  1. (dite il vostro nome) liberamente e spontaneamente .......................

 

CESSA LA MUSICA

M. Ven.   - Maestro delle Cerimonie, conducete il Candidato fra le Colonne.

Il Candidato viene accompagnato verso il Centro del Tempio. quasi in fondo.

Tutti restano all'Ordine.

M. Ven.   - Fratello 1° Sorvegliante, che cosa chiedete per il candidato

1° Sorv.   - La "LUCE", Maestro Venerabile.

M. Ven.   - Che la Luce sia al terzo colpo del mio Maglietto.

Batte tre colpi di Maglietto

A1 terzo colpo il Tempio si illumina; vi provvederà a seconda dei luogo in cui si trova il dispositivo. un Fratello in precedenza designato.

I Fratelli si tolgono i cappucci e ritirano le spade.

M. Ven.   - Maestro delle Cerimonie, accompagnate il neofita all'Altare.

Si esegue. I1 Neofita è fatto inginocchiare sul ginocchio destro. I1 Maestro Venerabile scende dal trono. I due Sorveglianti si pongono ai lati del Neofita formando, con le loro spade, il triangolo sacro. Il Maestro Venerabile impugna la Spada Fiammeggiante, con la sinistra. la impone sulla testa del Neofita e pronuncia la formula:

RIPRENDE LA MUSICA MOLTO BASSA

M. Ven.   - Alla Gloria del Grande Architetto Dell'Universo e della Massoneria Universale,            

                   sotto gli auspici della Serenissima Gran Loggia Nazionale del GRANDE ORIENTE    

                   SCOZZESE D'ITALIA - Comunione di Piazza del Gesù, in virtù dei poteri a me

                   conferiti, - IO TI INIZIO (Batte un colpo di Maglietto sulla Spada)

                                  - TI COSTITUISCO (Batte un secondo colpo)

                                 - TI CREO (Batte un terzo colpo)

                                 - APPRENDISTA LIBERO MURATORE

I1 Maestro Venerabile porge la mano all'Iniziato, lo fa alzare. gli da il triplice bacio - prima sulla guancia sinistra - dicendo:

M. Ven.   - Tu sei mio Fratello.

Se vi è un secondo Candidato si ripete.

Il Maestro Venerabile e i Sorveglianti tornano al loro posto.

Subito dopo Il Maestro delle cerimonie cinge con il grembiule i fianchi dei Neofita.

M. Ven.   - Questo Grembiule è il simbolo del Lavoro dell'Iniziato. Non dovrai mai presentarti in

                   Loggia senza indossarlo. Lo porterai con la bavetta alzata.

Il Maestro delle Cerimonie porge al Neofita un paio di guanti bianchi da. uomo.

M. Ven.   - Accetta questi guanti che ti offrono i Fratelli: non offuscar mai il loro candore. Le mani

                   di un Libero Muratore debbono restare sempre pure.

Il ;Maestro delle Cerimonie porge al Neofita un paio di guanti bianchi da donna.

M. Ven.   - Fratello, essendo la nostra iniziazione solare, le donne non sono ammesse ai nostri

                   misteri. Questi guanti sono destinati alla tua perfetta polarità contraria, cioè quella      

                   lunare.

Il Segretario presenta all'Iniziato il testo del giuramento e glielo fa firmare.

PAUSA - CESSA LA MUSICA

M. Ven.   - Fratelli sedete. Fratello, i Liberi Muratori, per riconoscersi fra loro, hanno dei segni,    

                   una parola e un toccamento che dovrai imparare. Maestro delle Cerimonie e Fratello

                   Esperto accompagnate il carissimo Fratello nella Sala dei Passi Perduti e nel Vestibolo

                   per istruirlo da Apprendista Libero Muratore. Poi lo ricondurrete nel Tempio.

Si esegue. Appena il Neofita è uscito ..........

M. Ven.   - Fratello 2° Sorvegliante concedo alla Loggia Tre minuti di "Ricreazione".

2° Sorv.   - (Batte un colpo di Maglietto) Fratelli, il Maestro Venerabile, concede tre minuti

                    di "Ricreazione".

Compiuta l'istruzione, il Maestro delle Cerimonie ne informa il Maestro Venerabile.

M. Ven.     - (Batte un colpo di Maglietto)

1° Sorv.     - (Batte un colpo di Maglietto)

2° Sorv.     - (Batte un colpo di Maglietto)

QUANDO TUTTI SONO A POSTO

2° Sorv.       - Fratelli, in piedi all'Ordine. - (Batte un colpo di maglietto)

M. Ven.       - Fratelli, i Lavori interrotti riprendono forza e vigore. Fratelli sedete.

                       (Batte un colpo di maglietto)

I1 Neòfita batte da Apprendista: Il Copritore Intero apre. guarda e comunica:

Copr. Int.     - Fratello 2° Sorvegliante, è 1' Iniziato . . . . . . che chiede di entrare.

2° Sorv.       - Fratello 1° Sorvegliante, l'Iniziato chiede di entrare.

1° Sorv.       - Maestro Venerabile, l'Iniziato chiede di entrare

M. Ven_     - Che entri e resti tra le Colonne.

Il Copritore Intero apre la porta; prima il Maestro delle Cerimonie e l'Esperto, poi il Neòfita entrano facendo i passi rituali e salutando le tre Luci; restano all'Ordine.

M; Ven.       - Fratello Esperto, mostrate al Fratello Apprendista la pietra grezza e insegnategli a fare

                       il suo lavoro di Apprendista.

L’Esperto conduce Apprendista accanto all’Altare e, con il martello, impugnato con la mano destra.    

gli fa battere tre colpi sulla pietra grezza, poi lo conduce tra le colonne.

M. Ven.       - Fratello Esperto, accompagnate il Fratello Apprendista dal 2° Sorvegliante affinché si faccia riconoscere come Apprendista Libero Muratore.

L'Esperto conduce L'Apprendista dai Sorveglianti che gli chiederanno: L’Ordine, il Segno il Toccamento e la Parola Sacra.

2° Sorv.       - Fratello 1° Sorvegliante, l'Ordine, il Segno, i1 Toccamento e 1a Parola Sacra del

                     Fratello ......          sono giusti e perfetti.

1° Sorv.       - Maestro Venerabile, l'Ordine il Segno, il Toccamento sono giusti e perfetti.

L'Esperto riconduce il Neòfita al centro del Tempio, verso il fondo e si allontana.

  

M. Ven.   - Fratelli in piedi all'Ordine; e voi Fratelli 1° e 2° Sorveglianti assistetemi.

(Batte un colpo di maglietto)

SOLENNEMENTE

Alla Gloria Del Grande Architetto Dell'Universo, in nome della Massoneria Universale, sotto gli auspici della Serenissima Gran Loggia Simbolica Nazionale del GRANDE ORIENTE SCOZZESE D'ITALIA - Comunione di Piazza del Gesù, in virtù dei poteri a me conferiti io P R 0 C L AM 0 il Fratello    membro effettivo di questa Rispettabilé Loggia numero .… . . . . . . costituita sotto il Titolo distintivo   . . . . . . . . . .    all'Oriente di ..:... , col Grado Di Apprendista. Vi invito a riconoscerlo come tale e a prestargli aiuto ed assistenza in ogni occasione.

1° Sorv.   - Fratelli della Colonna del Meridione, vi comunico che il Maestro Venerabile ha proclamato il Fratello      ......            membro effettivo di questa Rispettabile Loggia, col Grado di Apprendista. Vi invito a riconoscerlo come tale e a prestargli aiuto e assistenza in ogni occasione.

2° Sorv.   - Fratelli della Colonna del Settentrione, vi comunico che il Maestro Venerabile ha proclamato il Fratello ......            membro effettivo di questa Rispettabile Loggia, col Grado di Apprendista. Vi invito a riconoscerlo come tale e a prestargli aiuto e assistenza in ogni occasione.

MUSICA

M. Ven.     - A me Fratelli per il segno e la triplice Batteria di gioia in onore del nuovo Fratello.

SI ESEGUE IL SEGNO * * * - * * * - * * * LE LUCI CON I MAGLIETTI ° ° ° - ° ° ° - ° ° ° I FRATELLI CON LE MANI

Dopo. il Maestro delle Cerimonie chiede al Maestro Venerabile per conto del Neòfita il permesso di coprire la batteria che esegue insieme col Neofita

M. Ven.     - Fratelli sedete - Batte un colpo di Maglietto - Maestro delle Cerimonie

                   Accompagnate il nuovo Fratello alla testa della Colonna dei Compagni, il primo posto

                   che gli è riservato oggi. In avvenire egli siederà secondo la sua anzianità di Iniziazione,    

                   alla Colonna di Settentrione. E voi, Fratello Esperto, riconsegnategli i metalli.

Il Maestro delle Cerimonie conduce il Neòfita al posto di fronte all'Oratore, alla propria sinistra.

Il Fratello Esperto Esegue la riconsegna dei Metalli.

CESSA LA MUSICA

M. Ven.     - La parola al Fratello Oratore.

  1. - Rivolge al nuovo Fratello il saluto della Loggia, e gli auguri di tutti i Fratelli

MUSICA

M. Ven.     - GRANDE ARCHITETTO DELL'UNIVERSO, gli operai di questo Tempio Ti rendono

                     grazie e riportano in Te tutto ciò che hanno fatto di buono, di utile e di glorioso in

                    questo giorno solenne nel quale hanno visto accrescere il numero dei loro Fratelli.

                     Continua a proteggere i loro Lavori e a dirigerli costantemente verso la perfezione.

                     Che l'armonia, ''unione e la concordia siano sempre il triplice 2emento delle loro opere.

                     E voi Prudente discrezione, modesta gioia, siate l'appannaggio di questa Officina      

                     affinché, rientrati nel mondo profano, si riconosca sempre dalla saggezza dei loro  

                     discorsi, alla serietà del loro contegno, dalla prudenza delle loro azioni, che essi sono i

                     veri figli della Luce.

                     Fai Grande Architetto dell'Universo, che i loro pensieri, le loro parole, i loro atti

                     riescano sempre al raggiungimento delle nostre idealità per il bene dell'Umanità e della    

                     Patria.

CESSA LA MUSICA

Si prosegue con la chiusura dei Lavori

CHIUSURA   DEI     LAVORI

M. Ven.     - Fratelli 1' e 2° Sorveglianti, chiedete ai Fratelli delle vostre Colonne se hanno da

                     presentare proposte per il bene dell'Ordine in generale e di questa Loggia in    

                     particolare.

1° Sorv.     - Fratelli della Colonna del Meridione, se qualcuno deve presentare proposte per il bene

                     dell'Ordine in generale e di questa Loggia in particolare, può chiedere la parola.

2° Sorv.     - Fratelli della colonna di Settentrione. se qualcuno deve presentare proposte per il bene

                     dell'Ordine in generale e di questa Loggia in particolare, può chiedere la parola.

Al termine degli interventi:

2° Sorv.     - Fratello 1° Sorvegliante, la mia Colonna tace.

1° Sorv.     - Maestro Venerabile, le Colonne tacciono.

M. Ven.     - Fratello oratore, vi prego ydi darci le vostre conclusioni.

Terminate le conclusioni:

M. Ven.     - Fratello Maestro delle Cerimonie, fate passare il Tronco delle Proposte Tacite.

I1 Tronco delle Proposte Tacite deve essere di stoffa rossa.

I1 Maestro delle Cerimonie esegue per primo. procedendo. poi. sempre in senso antiorario, nel seguente ordine: Maestro Venerabile. 1° Sorvegliante, 2° Sorvegliante. Fratelli dell'Oriente. Oratore. Segretario. Tesoriere. Fratelli della colonna di Meridione. Fratelli della Colonna di Settentrione, 1° Diacono, 2° Diacono e per ultimo il Copritore Interno.

Tutti debbono introdurre la mano sinistra nel sacco. Non si da segno. Il Sacco viene portato al Maestro Venerabile.

M. Ven.     - Il Tronco delle Proposte Tacite ha portato all'Ara N°      proposte. Fratello Elemosiniere,

                   fate circolare il Sacco della Vedova.

Il Sacco della Vedova deve essere di stoffa nera.

Si esegue con lo stesso ordine con l'avvertenza che l'Elemosiniere depone per primo l'Obolo nel Tronco e il Copritore Interno per ultimo.

I1 computo del contenuto dichiarato in "mattoni" è a cura dell'Oratore.

  1.      - Maestro Venerabile, il Tronco della Vedova ha fruttato n°          mattoni per la costruzione

                   del Tempio.

Il Maestro Venerabile può. a suo giudizio, porre il Tronco della Vedova "Sottó Maglietto" cioè senza che l'Oratore faccia il computo dei mattoni. In questo caso annuncerà. comunque alla Loggia che:

M. Veri.     - Fratelli, il Tronco della Vedova ha fruttato un numero sufficiente di mattoni per la costruzione del Tempio.

A questo punto è il "Tempo Giusto" per formare quando ciò sia possibile la "Catena d'Unione", sia che sia stata richiesta dai Fratelli. sufficienti per numero, sia per iniziativa del Maestro Venerabile. Si esegue facendo in modo da lasciare il Maestro Venerabile al suo posto e comunque rinchiudendo all'interno le tre Luci.

M. Veri.   - Fratelli in piedi. Fratelli avviatoci a legarci ritualmente al centro del Tempio

I Fratelli, dopo essersi tolti i guanti incrociano le braccia, il destro sopra il sinistro e si uniscono al Fratello di sinistra dando a lui .la mano destra e con quello di destra dando a lui la mano sinistra che verrà impugnata con la destra del vicino e così via. Quando la catena è formata il Maestro Venerabile deve avere simmetricamente di fronte il 1° e il 2° Sorvegliante.

Controllato che la Catena sia giustamente formata il. Maestro Venerabile sussurrerà una parola al primo Fratello alla sua sinistra ed una al primo Fratello di destra, i quali sommessamente la trasmetteranno al loro vicino e così via di seguito intanto che le due parole siano ritornate al Maestro Venerabile dalla parte opposta a quella da cui sono partite. Se !e parole arrivate corrispondono a quelle partite. dopo una congrua pausa meditativa. il Maestro Venerabile ad alta voce comunicherà:"Tutto è giusto e perfetto'' quindi solleverà per tre volte le braccia dei suoi vicini imitato da tutti i partecipanti.

Ciò fatto se lo ritiene farà recitare l'invocazione, prima di rimandare tutti ai propri posti.

Questa Catena ci unisce al di là del tempo e dello spazio

I1 mondo delle apparenze tiene i nostri corpi prigionieri in questo Tempio ove le nostre braccia sono allacciate. .

I nostri spiriti sono liberi, al di là di queste mura, al di là delle frontiere, al di là dei mari. Mezzanotte sta per suonare. Fratelli visibili ed invisibili, presenti con il corpo e con il pensiero vegliano sul sonno degli uomini. Fratelli che mi intendete, noi siamo i guardiani di un antico segreto che s'asconde nel cuore dell'umanità sin dalla culla non vi è che un solo amore. quello dei vivi e quello dei morti, quello del lavoro e quello della bellezza, quello degli uomini e quello delle donne, quello della natura e quello del GRANDE ARCHITETTO DELL'UNIVERSO.

In un mondo dove regnano la materia, la forza e la menzogna, facciamo il giuramento solenne di mantenere sempre alta e luminosa la fiaccola dell'amore Unico e dello '' Spirito Umano.

Rompiamo questa Catena ! Fratelli miei ! I nostri cuori restano uniti ..........................................................

Si conclude con l'oggetto voluto dall'invocazione. Tutti tornano ai loro posti e i lavori proseguono, dopo che tutti hanno rimesso i guanti bianchi.

M. Veri.     - Fratelli 1° e 2° Sorveglianti, assistetemi a chiudere i Lavori.         Fratello 2° Sorvegliante,  

                     perchè occupate codesto posto in Loggia ?

2° Sorv.     - Per osservare il Sole a1 suo tramonto e rimandare gli Operai dal Lavoro alla

                   Ricreazione, per il bene dell'Ordine e dell'Umanità.

M. Ven.   - Fratello 2° Sorvegliante. dove siede il Fratello 1° Sorvegliante ?

2° Sorv.   - Ad Occidente, Maestro Venerabile.

M. Ven.   - Fratello 1° Sorvegliante , a qual fine occupate questo posto in Loggia ?

1° Sov.     - Come il Sole tramonta in questo punto per chiudere il giorno, così il 1° Sorvegliante

                   siede ad Occidente per chiudere la Loggia, pagare gli Operai e mandarli via contenti e

                   soddisfatti a gloria ed onore dell'Ordine.

M. Ven.   - Fratello 1° Sorvegliante gli Operai sono contenti?

1° Sorv.   - Osserva le Colonne e dice: Tanto quelli déll'una quanto quelli dell'altra Colonna

                 manifestamente lo attestano.

M. Ven.   - Fratello 2° Sorvegliante, qual'è la vostra età muratoria in Grado di Apprendista ?

2° Sorv.   - Tre anni, Maestro Venerabile.

M. Ven.   - Fratello 2° Sorvegliante, a che ora gli Apprendisti Liberi Muratori hanno consuetudine

                   di chiudere i Lavori ?

2° Sorv.   - A mezzanotte, Maestro Venerabile.

M. Ven.   - Fratello 2° Sorvegliante, al momento che ora è ?

2° Sorv.   - Mezzanotte in punto.

Il Diacono riceve. nel modo prescritto. dal Maestro Venerabile la Parola Sacra: deambulando in senso antiorario. si reca dal 2° Sorvegliante per trasmetterla nello stesso modo 2 ritorna al proprio posto.

I1 .1' Diacono si reca dal 2' Sorvegliante per ricevere la Parola Sacra che trasmette al 1' Sorvegliante; poi torna al proprio posto, sempre deambulando in senso antiorario.

1° Sorv.   - Maestro Venerabile, tutto è giusto e perfetto.

M. Ven.   - Batte un colpo di Maglietto. Fratelli in piedi all'Ordine.

Si esegue. Il Maestro delle Cerimonie si reca dal 1* Sorvegliante il quale prende posto alla destra del Maestro delle Cerimonie e insíeme si recano all'Altare. Il 1' Sorvegliante da il Segno. chiude il Libro della Legge Sacra vi sovrappone Squadra e Compasso chiuso; da di nuovo il Segno, poi si pone alla sinistra dei Maestro delle Cerimonie e accompagnato da questi ritorna al proprio posto. Anche il Maestro delle Cerimonie torna al proprio posto.

M. Ven.   - Alla Gloria Del Grande Architetto dell'Universo, in nome della Massoneria Universale

                 sotto gli auspici della "Serenissima Gran Loggia Nazionale" del "Grande Oriente

                 Scozzese d'Italia – Comunione di Piazza del Gesù", per i poteri a me conferiti,

                  dichiaro chiusi i Lavori in Grado di Apprendista Libero Muratore di questa Rispettabile  

                 Loggia       N°       con il titolo distintivo di             all'Oriente di     e ordino al 1°          

                 Sorvegliante di chiudere la Loggia.

Batte tre colpi di Maglietto

A me Fratelli per il Segno ... e per la Batteria. - ° ° °

Si Esegue

1° Sorv.   - Fratelli delle due Colonne, per ordine del Maestro Venerabile chiudo la Loggia.

Batte tre colpi di Maglietto attenuati

Abbassa la Colonnina

M. Ven.     - Maestro delle Cerimonie vogliate spegnere .le tre Luci, e togliere (o cancellare) il

                     Quadro di Loggia.

Il Maestro delle Cerimonie esegue e contemporaneamente. mentre viene spenta la rispettiva Luce dicono:

2° Sorv.   - Che la Luce della Bellezza resti nei nostri cuori.

1° Sorv.   - Che la. Luce della Forza resti nei nostri cuori.

M. Ven.   - Che la Luce della Sapienza resti, nei nostri cuori.

Dopo che il Maestro delle Cerimonie è ritornato al suo posto e i Dignitari tranne le Luci - e gli Ufficiali hanno deposto all'unisono le Insegne e gli Strumenti:

M; Ven;   - Fratelli separiamoci in pace giurando il segreto sui Lavori compiuti.

  1. - Lo giuro

I Fratelli tendono la mano sinistra verso l'Ara, abbandonando la posizione dell'Ordine, ma restando in piedi. pronti per l'uscita rituale dal Tempio.

M. Ven.   - Fratello Maestro delle Cerimonie vogliate provvedere a far uscire ritualmente i Fratelli

                 dal Tempio.

USCITA RITUALE DAL TEMPIO

Alla fine dei Lavori la marcia di uscita si svolge in senso ANTIORARIO ed in forma circolare, con i Fratelli disposti nello stesso ordine d'ingresso.

I Fratelli sostano nella Sala dei Passi Perduti in silenziosa attesa, mentre le Tre Luci rientrano nel Tempio, si scambiano il triplice abbraccio. vanno al loro posto, depongono i Collari e i Maglietti, ed escono riprendendo la loro collocazione nel Corteo.

Il Maestro delle Cerimonie, rientra da solo nel Tempio, spegne il Testimone, esce dal Tempio e dice al Maestro Venerabile:

"Maestro Venerabile tutto nel Tempio è rimasto in perfetto ordine".

Il Maestro Venerabile rivolgendosi ai Fratelli dice: "Fratelli il nostro Lavoro è compiuto".

Continua…..

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.