mod_eprivacy
17 - 01 - 2019

Cogliere i raggi meditativi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

 

meditazione 10


Ricordare

Ogni volta che riuscite a cogliere un raggio in meditazione, dovete portarlo con voi 24 ore su 24.

Potete farlo in due modi:

1         In meditazione respirate lentamente e quindi, per ricreare quel particolare stato di consapevolezza, basta rallentare il respiro e portare la vostra consapevolezza sul respiro (come abbiamo fatto durante la meditazione). Ricordando quelle sensazioni, immaginate di essere gioiosi, felici, silenziosi e rinvigoriti. Ovunque siate, richiamatele.

All’inizio farete uno sforzo per ricordare, dopo scatterà un meccanismo per il quale certe sensazioni rimarranno sempre con voi.

Basta farlo dieci o quindici volte al giorno per 1-2 minuti.

Ripetete la risoluzione prima di andare a letto. Usate l’esercizio per rafforzare la determinazione e, mentre respirate e poi vi svuotate, ripetete mentalmente: “Qualunque cosa ho sperimentato in meditazione sarà sempre con me, come una corrente interiore”.

 

Potete fare anche entrambi gli esercizi affinché il risultato sia più veloce.

Molto spesso si fa l’errore di ricordare solo ciò che è negativo e cancellare il positivo.

Dimenticate ogni cosa inutile e ricordate che ogni pensiero è come un seme: se lo trattenete, ed è negativo, allora sarete predisposti al negativo. Vi capiterà sempre la stessa vita.

Chiedete ai pensieri negativi di andarsene poiché non avete bisogno di loro.

Ciò che ricordiamo diventa parte di noi, ciò che diventiamo dipende dai nostri ricordi.

Nessuna spina può ferire chi ha il cuore privo di spine. Non c’è oscurità se dentro voi c’è la luce.

Quando vi sforzate per purificarvi, ogni foglia nel mondo vi darà il suo aiuto. L’amore scenderà su di voi.

I periodi di dolore e sofferenza possono essere stati brutti e lunghi ma non hanno valore: lasciateli andare.

Lasciate andare il dolore e raccogliete ciò che è vivo.

Così ciò a cui aspirate, prenderà forma accanto a voi.

Tale processo deve essere continuo: in voi deve scorrere un flusso di pensieri puri, belli, colmi d’amore e felicità.

Abbiate cura delle piccole esperienze che fate: più preziosa è l’esperienza, più cura ha bisogno per svilupparsi e non morire.

Quindi abbiate cura delle esperienze che avete in meditazione. Anche se fossero piccolissime, se le accudite diverranno come alberi!

Energie

Abbiamo detto che ogni energia può essere trasformata creativamente: l’amore per esempio è l’uso creativo del sesso.

L’amore può essere solo dato: e chi pensa di ricevere rimarrà deluso e amareggiato.

Se tu aspetti amore dal tuo partner e l’altro aspetta amore da te sarete come due mendicanti che si chiedono l’un l’altro l’elemosina.

Ci si aspetta l’amore dall’altro ma non si è capaci di donarlo.

L’amore non può essere chiesto, può solo essere dato.

Se ricevete qualcosa è un dono, non una ricompensa. E se non ricevete nulla siete felici lo stesso perché siete riusciti a dare.

Ecco il mistero del mondo: più amerai e meno chiederai amore, più sarai amato.

L’energia sessuale è potentissima: se la trasformate vi illuminerete.

Il sesso non è sbagliato: è una energia. Se la usate per illuminarvi, raggiungerete la vetta.

Ogni stato emotivo crea un’energia interiore: questa energia, come già detto, deve essere rilasciata sennò creerà blocchi.

Esistono due modi per scaricare l’energia.

Il primo modo è negativo: quando ti arrabbi aggredisci l’altra persona e così ti sfoghi. E’ negativo perché l’altro reagirà (o comunque se la prenderà a male) e entrerai in una spirale infinita. Creerai altra rabbia.

E’ un percorso senza fine dove la rabbia si moltiplica e sprechi un sacco di energia.

Il secondo modo è positivo: usa l’emozione creativamente.

Quindi è giusto non reagire ma attenzione: se non usate l’energia in un altro modo essa vi ucciderà! L’energia in voi è come un fiume: se cominciano ad apparire blocchi di ghiaccio nel fiume esso scorrerà sempre più lentamente e voi vi ammalerete.

Quindi non è intelligente dire cosa non devi fare: devi proporre una via alternativa. Abbiamo già spiegato due modi per liberarci dai vecchi blocchi e non crearne di nuovi e di come avere una vita che si basi sulla creatività (ad esempio costruire qualcosa, scrivere una poesia etc.) 10

L’energia in sé è neutra: buono o cattivo dipende da ciò che ne fate.

Avere energia è una benedizione: se non vi arrabbiereste mai sarebbe una sfortuna! Non riuscireste a muovervi dal letto!

Il letame puzza ma quando viene assorbito dall’albero si trasforma nel profumo dei suoi fiori!

Quindi non rifiutate nessuna energia che sorge in voi: trasformatela! E ciò che all’inizio può sembrare cattivo potrà diventare qualcosa di bello e fragrante come il profumo di un fiore!

 

 

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
forse t'interessa anche.....
cerca
Anime e manga streaming
l'angolo del folle