mod_eprivacy
17 - 01 - 2019

L'uomo del melo

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

l'uomo del melo


C'era una volta un giovanotto che aveva sempre lavorato sodo ma quando

    il padre morì non ricevette niente  in  eredità,  perché  il  fratello
    minore  si prese tutto e divise i beni solo con la sua famiglia.  Egli
    non amava il fratello maggiore e volle perciò lasciargli  soltanto  il
    vecchio asino del padre,  un bue ridotto a uno scheletro,  una casetta
    in rovina dove aveva vissuto suo padre e prima di  lui  suo  nonno,  e
    alcuni vecchi meli.
    Il  giovanotto  non  si  lamentò  per questa ingiustizia ma cominciò a
    lavorare sodo: tagliò dell'erba per  gli  animali,  e  in  poco  tempo
    l'asino  si  rimise  in  forze  e  cominciò a ingrassare;  frizionò il
    vecchio bue con delle erbe  medicamentose  pronunciando  delle  parole
    magiche,  e  il bue riuscì a rialzarsi e mantenersi ritto sulle zampe;
    poi si prese cura degli alberi di melo che in breve tempo rifiorirono.
    Tutte queste occupazioni però non gli lasciarono tempo per  procurarsi
    il denaro necessario per pagare l'affitto.  Oh sì,  il fratello minore
    pretendeva l'affitto per  la  casetta,  e  per  giunta  non  concedeva
    proroghe!
    Un  giorno  allora il fratello minore andò dal maggiore nel frutteto e
    disse: "Domani è la vigilia di Natale,  il giorno in cui  gli  animali
    parlano.  Tutti  sappiamo  che  qua  intorno è nascosto un tesoro e se
    chiederò all'asino di indicarmi dove si trova,  non potrà fare a  meno
    di  dirmelo.  Svegliami  poco  prima di mezzanotte e in compenso io ti
    detrarrò sei soldi dall'affitto".
    Il giorno della vigilia il giovanotto diede al vecchio asino e al  bue
    una  razione  supplementare  di  fieno  e mise nella stalla un ramo di
    agrifoglio, poi prese l'ultimo boccale di sidro rimastogli, lo mischiò
    alla cenere del  fuoco  e  uscì  per  versarlo  intorno  ai  meli  nel
    frutteto.  In quel momento comparve l'Uomo del Melo,  che apostrofò il
    giovanotto dicendo: "Guarda sotto le radici  nodose!".  Il  giovanotto
    ubbidì e trovo un baule colmo d'oro.
     "Questo è tuo e di nessun altro" disse l'Uomo del Melo, "nascondilo e
    non farne parola con nessuno.  Ora puoi andare a svegliare il tuo caro
    fratello, è quasi mezzanotte!"
    Quando il fratello minore arrivò nel frutteto sentì  l'asino  dire  al
    bue:  "Sai,  questo  ingordo  stupido  che ci sta così maleducatamente
    ascoltando, vorrebbe che gli indicassimo dov'è nascosto il tesoro".
    "Non lo avrà mai" rispose il bue. "Qualcun altro l'ha già preso."

 

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
forse t'interessa anche.....
cerca
Anime e manga streaming
l'angolo del folle