mod_eprivacy
17 - 02 - 2020

"Grillo è come Hitler"; il movimento a 5 stelle si spacca

Valutazione attuale:  / 9

grillo come hitler

E' una vera rivolta quella che si è scatenata fin da questa mattina sulla rete contro Beppe Grillo. L'espulsione del consigliere comunale del M5s di Ferrara, Valentino Tavolazzi, dopo la convention di Rimini organizzata dalla base del movimento emiliano-romagnolo, non e' andata giu' agli attivisti. E c'e' chi non usa mezzi termini per contestare il 'guru' dell'M5s.

Sul blog di Grillo restano, ad ogni modo, le violente proteste contro l'espulsione di Tavolazzi. "Non vi votero' piu', quello che e' accaduto e' intollerabile", scrive Luigi B., e Marco Piva accusa: "I metodi da partito sono i tuoi, non quelli della fantomatica ala secessionista del meeting di Rimini. Se davvero uno vale uno, tu non puoi buttare fuori dal movimento chicchessia, altrimenti anche io posso buttare fuori te". Questo, in effetti, e' uno dei concetti piu' ripetuti.

Nel post di Tavolazzi, in effetti, non mancano critiche anche pesanti all'indirizzo di Grillo. "I temi selezionati in rete per il programma di lavoro sono proposte- spiegava l'espulso dall'M5s- e quelli apparsi fughe in avanti o fuori contesto non sono stati votati. Una proposta non e' mai colpevole, se non e' condivisa viene cancellata. Ne' puo' essere il pretesto per etichettare una iniziativa come partitocratrica.

Queste sono solo alcune delle righe estrapolate da libero.it, che non lasciano certo spazio per l’immaginazione: Beppe Grillo sente vacillare clamorosamente la sua leadership e reagisce esiliando, come solo un dittatore può fare, il presunto nemico \ separatista.

Sorge spontanea una domanda: ma non era proprio lo stesso Grillo il grande difensore della meritocrazia e della democrazia? I fatti sembrano inequivocabili e il fondatore del Movimento a 5 stelle si trova ancora una volta nella bufera…che abbia visto le sue lussuose e costose vacanze tropicali a rischio estinzione?

 

Sottolineiamo anche che non è la prima volta che il “mistico leader” mette alla porta personaggi che si dimostrano liberi pensatori, come potrete vedere da questa testimonianza:




Sempre più ovvio che sebbene il movimento sia nato con nobili scopi, sia puntualmente sfruttato per un lucro privato da parte dello stesso Grillo, che nel frattempo non ha mai perso nemmeno un secondo per comportasi come un imprenditore professionista, acquistando azioni, proprietà, vendendo i propri prodotti e censurando in più di un occasione, chiunque abbia provato a porgli domande scomode… per aggregarsi invece impropriamente a chiunque venisse etichettato come possibile fonte pubblicitaria (vedi esempio: rivolta dei “forconi”)… ricorda quasi quando lo stesso comico si scagliava contro internet, definendolo la casa di satana…la stessa casa che da anni gli regala ricchezze…più coerenza e meno parolacce forse sarebbero graditi….

 

Come sempre, lasciamo a voi ogni riflessione…

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.