mod_eprivacy
23 - 02 - 2019

Al Kindi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

al kindi

 

(IX secolo - 873 ?) Filosofo, scienziato e astrologo arabo
Nasce probabilmente a Kufa, città dove il padre opera come giudice (quadi). Compie gli studi grammaticali e religiosi a Basra.
Di cultura profonda, vive a Baghdad, frequentando la Casa della Sapienza, accademia fondata dal califfo al-Ma'mun e in questa città muore; uomo poliedrico, competente in numerose discipline (scienza, filosofia, matematica, astronomia, magia), è considerato nel mondo arabo come uno dei maggiori sapienti della tradizione culturare dell'Islam.

LE OPERE
Ad Al-Kindi sono attribuite oltre 260 opere, la maggior parte delle quali perdute; di particolare rilevanza un piccolo trattato, assai diffuso in epoca medioevale in traduzione latina col titolo Theorica Artium Magicarum ( o, più semplicemente, De Radiis, dal titolo arabo Fi'l shy'a'at, Sui Raggi), che costituisce uno dei trattati di magia (astrologica)  più interessanti che sia stato scritto.


IL PENSIERO

L'opera di Al-Kindi è di notevole importanza perché racchiude e sintetizza influssi provenienti da tutte le tradizioni del mondo antico mediorientale: pitagorismo, neoplatonismo, pensiero persiano, magia assiro-babilonese e islam, come erano diffusi nella capitale dei Califfi.
nel De Radiis egli parte dal presupposto che ogni componente dell'universo si trovi in relazione con tutte le altre e che tale relazione sia retta dagli influssi astrali; in base a questo principio tutti gli elementi del creato emetterebbero delle radiazioni che permetterebbero loro di rapportarsi e influenzarsi reciprocamente.
In questo grande disegno, l'uomo, mediante l'uso di suoni, parole e forme, sarebbe in gradi di interagire con le radiazioni del cosmo, modificandone le caratteristiche; La magia, da questo punto di vista, non viene considerata una disciplina negativa, ma, al contrario, come una vera e propria scienza della natura, capace di agire su di essa.
Di particolare importanza è il tema della conoscibilità dell'universo: per via di questa armonia cosmica, in base alla quale tutto influenza tutto, sarebbe possibile, partendo dalla conoscenza di un determinato legame astrologico, sapere ciò che è avvenuto, avviene o avverrà in rapporto a un singolo elemento; allo stesso modo, conoscendo a fondo un singolo elemento, specchio di tutte le radiazioni del cosmo, sarebbe possibile ricostruire l'armonia generale del creato.
L'opera è divisa in 10 capitoli, che partono dall'origine della conoscenza e arrivano a definire i tempi in cui compiere le operazioni magiche; il De Radiis fu a lungo considerato un prontuario di magia pratica, pur essendo soprattutto un trattato teorico sul funzionamento del cosmo

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
forse t'interessa anche.....
cerca
Anime e manga streaming
l'angolo del folle