mod_eprivacy
23 - 02 - 2019

i 13 alimenti indispensabili per l'uomo

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

I 13 cibi indispensabili per l’uomo

Per conservare la salute, avere muscoli, virilità, resistenza alle malattie, colesterolo basso e pressione perfetta, bastano 13 semplici alimenti.

 
n.b. i seguenti alimenti sono stati localizzati grazie all’aiuto di un’esperta nutrizionista, tuttavia, ognuno di noi possiede un organismo unico nel suo genere, motivo per cui, prima d’intraprendere qualsiasi tipo di dieta, dovrebbe consultare un esperto del settore (nutrizionista, dietologo ecc…ecc…) che localizzi l’abbinamento personalizzato ideale.

Pomodoro:

oltre a contenere vitamine come la C, preziose per la salute, è una delle maggiori fonti di licopene, un carotenoide dalla potente azione antiossidante e protettivo contro i tumori, specie quello della prostata.

Più se ne consuma e meglio è. Anche d’inverno, poiché la coltivazione in serra, dicono gli studi più recenti, non ne altera il potere nutrizionale. Fra i pomodori, i più ricchi di licopene sono quelli ben maturi, coltivati in climi caldi, delle qualità a grappolo o Pachino.

Il trucco è mangiare pastasciutta. Il licopene si concentra di più nel pomodoro cotto, ed essendo liposolubile lo assimili meglio se unito ai grassi, quindi all’olio d’oliva tipico della nostra cucina. Per rinforzare l’azione anticancro, aggiungi un secondo condito con la curcuma. Questa spezia orientale, gialla come lo zafferano, secondo una ricerca pubblicata su Cancer Research ha un’azione protettiva nei confronti del cancro della prostata, specie se abbinata a broccoli e cavoli

pomodoro

Tè verde:

è stimolante, tonificante, ricconi di antiossidanti potentissimi, aiuta a tenere a freno il colesterolo, non affatica il cuore, non da insonnia. Due le ricerche più recenti: la prima, pubblicata sul Journal of Periodontology, che sostiene la sua capacità di migliorare la salute di denti e gengive, la seconda, pubblicata sull’International Journal of Cancer, dimostra che protegge dal tumore allo stomaco.
Una tazza al giorno fa già il suo effetto. Se ti piace, ne puoi bere anche di più.
Non aggiungere zucchero né limone né latte. Soltanto bevendolo da solo potrai apprezzare la delicatezza del suo sapore, e non lo lascerai più.

tè verde

Noci:

sono un vero alimento-medicina. La loro arma vincente è l’acido alfalinoleico, un grasso insaturo del gruppo omega 3 che aiuta a mantenere sgombere le arterie e favorisce la fluidità del sangue. Dunque perfette per controllare il rischio cardiovascolare. Essendo poi ricche di vitamina E, potentissimo antiossidante, aiutano anche a non invecchiare. Per i giovani e gli sportivi è prezioso il suo contenuto di L-arginina, un aminoacido che stimola l’ormone della crescita.
ATTENZIONE: le noci ingrassano, apportano 660call/100g (pari a 15 noci). Dunque controlla la quantità. Per ridurre il rischio di aterosclerosi senza ingrassare bastano 5 noci 4 volte la settimana.
Per non esagerare con le quantità, basta non mangiarne intere. Spezzettale, e mettile nello yogurt o nell’insalata.

noci

Carne rossa:

contiene proteine nobili importantissime per la salute dei muscoli e la formazione di nuovi tessuti muscolari: poi ferro, antianemico per eccellenza, e zinco, importante per la fertilità maschile e nel proteggere la prostata dai tumori. Inoltre la carne rossa dà sazietà con poche calorie.
Una porzione non più di 200g non più di 2 volte la settimana è la porzione esatta, poiché contiene grassi saturi e colesterolo ed è bene non esagerare.
Togli il grasso prima della cottura e usa la griglia invece della padella. Il spore non ne risentirà e i grassi diminuiranno.

carne rossa

Ananas:

oltre a essere delizioso e un super-vitaminico dessert, contiene bromelina, enzima che, stimolando i succhi gastrici, favorisce la digestione soprattutto delle proteine. Inoltre contiene calcio e soprattutto manganese, utili a mantenere solide e sane le ossa.
Una porzione ogni 3-4 giorni, alternata ad altra frutta è la porzione ideale, ma naturalmente si può aumentare se si fa grande uso di proteine.
Ti consigliamo di mangiarlo fresco, in scatola perde gran parte delle sue proprietà e l’apporto calorico sale vertiginosamente con l’aggiunta degli zuccheri.

ananas

Banana:

ricca di vitamina A, vitamine B1e B2, vitamina C, vitamina PP e, seppur in misura minore, di vitamina E, di sali minerali (fosforo e soprattutto potassio), e di carboidrati, ha proprietà nutrienti, rimineralizzanti stimolanti per la pelle.
Una o due volte alla settimana come merenda sono l’ideale.
Mangiala in palestra, prima di un allenamento. La sua ricchezza di potassio ti aiuterà a prevenire i crampi muscolari.

banana

Frutti di bosco:

fragole, lamponi, more r mirtilli hanno il grande vantaggio di essere molto saporiti ma ipocalorici, quindi aiutano a non ingrassare. Sono inoltre ricchi di  vitamine come la A e soprattutto la C, preziosa soprattutto in inverno.
L’apporto opportuno è una tazza 3-4 volte la settimana e anche se surgelati, il loro potere nutrizionale ne rimane invariato.

frutti di bosco

Agrumi:

arance, limoni, mandarini, pompelmi, clementine, cedri e lime hanno un passo apporto calorico ma sono disintossicanti, digestivi, protettivi dei savi sanguigni, antiemorragici e diuretici. Ma, soprattutto,  sono una delle maggiori fonti di vitamina C, che potenziando le difese immunitarie ti aiuta a trascorrere l’inverno senza fastidiosi malanni.
60mg di vitamina C al giorno, il fabbisogno di un adulto, li trovi in un’arancia. Ma già la metà è sufficiente per un’azione antiossidante e anticancerogena.
Se fai le spremute, non filtrarle. Le fibre ti aiutano a sentirti sazio e quindi a non ingrassare.

agrumi

Pesce:

contiene proteine nobili e omega 3, i grassi amici del cuore e delle arterie che bloccano anche l’effetto del deidrotestosterone, ormone responsabile dello sviluppo e dell’accrescimento delle cellule maligne della prostata. Il pesce è anche ricco di vitamine e minerali preziosi come il fosforo, e abbastanza ipocalorico.
Tre, quattro porzioni alla settimana da 200-250g, quanto due mouse del pc è la quantità ideale.

pesce

Agnello:

la sua è una carne bianca, meno grassa e con meno colesterolo di quella rossa, dunque è amica della salute cardiovascolare e della linea. Grazie alle fibre muscolari piuttosto corte è particolarmente digeribile, e come tutte le carni è ricca di vitamine del gruppo B, energetiche e antianemiche; contiene zinco, minerale importante perché stimola il sistema immunitario aumentando le difese dell’organismo.
La quantità ideale sono 3 porzioni grosse come la mano alla settimana, alternate con altre carni bianche.
Sceglilo di buona qualità, meglio se macerato nell’aceto. È così che si possono ridurre i condimenti, evitando di azzerare i vantaggi per un eccessivo apporto di grassi di cottura.

agnello

Sedano:

è un grande alleato per le diete dimagranti, infatti apporta solo 16 calorie per 100 grammi e grazie alla sua grande quantità di fibre allunga i tempi della digestione trasformandosi in un vero e proprio antifame! Inoltre, usato in cottura aiuta anche gli ipertesi perché il suo sapore naturale consente di ridurre drasticamente il sale nelle pietanze; è ricchissimo di potassio, dunque utilissimo a reintegrare le perdite della sudorazione se vai in palestra o comunque fai sport.
Contiene tenerlo sempre in frigo e usato quando si ha una botta di fame (stesso discorso per finocchi e ravanelli). Non ci sono controindicazioni.
Aggiungilo ad aperitivi e insalate al posto di patatine, tocchetti di formaggio o quant’altro. E provalo dopo lo sport: centrifugato disseta e aiuta a riprendere energia.

sedano

Aglio:

è si micidiale per l’alito, però è tutta la salute poiché aiuta a mantenere bassi la pressione e il colesterolo, e contiene moltissime vitamine (nel gruppo B e C, E e K) e minerali come calcio, ferro, magnesio, potassio, fosforo. Inoltre contiene selenio, importante, tra l’altro, per la vitalità degli spermatozoi e per la memoria.
Uno o due spicchi al giorno sono il consumo consigliabile.
Per trarre il massimo beneficio, gli spicchi fanno schiacciati e lasciati riposare per 10 minuti, per permettere alle molecole di allucina di venire in contatto con l’ossigeno e attivare le loro virtù. Per attutire l’odore, si può togliere il germoglio centrale


aglio

Melagrana:

è ricca di vitamine e minerali (calcio, fosforo, potassio), e da uno studio dell’università del Wisconsin (USA) risulta che alcune sue componenti antiossidanti possano prevenire e addirittura contrastare il tumore alla prostata, sempre più frequente e in continua crescita dopo i 50 anni di età. Si può mangiarne quanta se ne vuole, sempre senza esagerare e possibilmente evitando d’ingoiare i semi.
Spremila. Eliminerai i suoi fastidiosi semini e aggiungerai alle sue molta qualità quella di dissetare col suo gusto acidulo e idratante.

 melagrana

condividi questo articolo

Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.